Trazodone 100mg

Trazodone 100mg

Trazodone 100mg

Principio attivo:  Trazodone

Disponibile
€6.27 / pillola
  • Acquisto 40 pillole per €5.41 / pillola e risparmia il 13%
  • Acquisto 60 pillole per €4.95 / pillola e risparmia il 21%

Il Trazodone è un farmaco ad azione antidepressiva. Il Trazodone (nome farmaceutico Trittico in Italia) ha effetti antidepressivi, ansiolitici, e ipnotici. Trazodone 100mg serve per la terapia e cura di varie malattie e patologie come Anoressia, Bulimia, Depressione, Fibromialgia, Nevrosi.




Informazione generale

Il Trazodone 100mg è una sostanza psicoattiva della classe della piperazina e delle triazolopiridine, una classe chimica che ha effetti antidepressivi, ansiolitici, e ipnotici.Viene commercializzato come farmaco in grado di fornire effetti terapeutici nella prima settimana di somministrazione. L'indicazione principale di Trazodone  100mg è evidentemente, come antidepressivo, depressione maggiore. La sua efficacia è anche alta in quelle depressioni che appaiono insieme a sintomi ansiosi. È stato anche osservato la sua utilità clinica in altri disturbi in cui esistono componenti ansiosi o che si basano su di esso, come disturbo d'ansia generalizzato, disturbo ossessivo-compulsivo o bulimia. Il Trazodone ha la caratteristica di non causare, oppure causare in modo minore, alcuni effetti collaterali di tipo anticolinergico (come bocca secca, stitichezza, tachicardia) ed alcuni effetti simpaticolitici (ipotensione, disfunzione sessuale come la disfunzione erettile e l'anorgasmia).

Indicazioni

  • Depressione clinica con o senza ansietà;
  • Insonnia;
  • Fibromialgia, per favorire il sonno;
  • Controllo degli incubi notturni o di altri disturbi del sonno.
  • Attacchi di panico;
  • Neuropatia diabetica;
  • Bulimia nervosa;
  • Disturbo ossessivo-compulsivo (OCDP);
  • Sindrome di astinenza dall'alcool;
  • Schizofrenia e altre psicosi.

Posologia

L’uso del prodotto è limitato ai pazienti adulti.

Si consiglia di iniziare il ciclo terapeutico con una somministrazione serale e con dosaggi giornalieri crescenti. Assumere il farmaco per cicli terapeutici di almeno un mese. L’assunzione di Trazodone dopo i pasti riduce l’insorgenza di effetti indesiderati (aumento del riassorbimento e riduzione del picco di concentrazione plasmatica). Le compresse sono divisibili per consentire una posologia progressiva con dosi frazionate, a seconda della gravità della malattia, del peso, dell’età e delle condizioni generali del paziente.

Adulti:

all’inizio 75 - 150 mg al giorno somministrati con dosaggi ripetuti dopo i pasti. La dose serale deve essere assunta la sera prima di coricarsi

La dose può essere aumentata fino a 300 mg al giorno, da assumersi in dosi ripetute, la cui porzione maggiore deve essere assunta al momento di coricarsi.

Nei pazienti ospedalizzati la dose può essere ulteriormente aumentata fino a 600 mg al giorno in dosi ripetute.

GOCCE 25 mg/ml Adulti:

25-50 gocce, diluite in poca acqua o altri liquidi, 2-3 volte al giorno, possibilmente a stomaco pieno, secondo il giudizio del medico.

Una goccia equivale a 1 mg di principio attivo.

GOCCE 60 mg/ml Adulti:

13-25 gocce, diluite in poca acqua o altri liquidi, 2-3 volte al giorno, possibilmente a stomaco pieno, secondo il giudizio del medico.

Una goccia equivale a 2 mg di principio attivo.

Anziani:

Nei pazienti molto anziani o in quelli defedati, la dose iniziale raccomandata è di 100 mg al giorno, somministrata con la dose divisa o in dose unica, da somministrare la sera (vedere paragrafo 4.4). Questa dose potrà essere poi aumentata, come descritto nella posologia per gli adulti, secondo il giudizio del medico, in accordo alla tollerabilità ed efficacia. In generale dosi singole superiori a 100 mg dovrebbero essere evitate in questi pazienti. E’ comunque improbabile che siano necessari dosaggi superiori a 300 mg al giorno.

Popolazione pediatrica:

l’uso di Trazodone non è raccomandato nei bambini e adolescenti al di sotto dei 18 anni a causa della mancanza di dati sulla sicurezza.

Insufficienza epatica:

Trazodone è soggetto ad un intenso metabolismo epatico, ed è inoltre stato associato ad epatotossicità.

Prestare cautela quando trazodone è prescritto a pazienti con insufficienza epatica, soprattutto nei casi di insufficienza epatica grave. Valutare la necessità di monitorare periodicamente le funzioni epatiche.
Insufficienza renale: generalmente non sono necessari aggiustamenti del dosaggio, ma occorre porre cautela quando il trazodone viene prescritto a pazienti con insufficienza renale severa.

Possibili Effetti Indesiderati

Come qualsiasi altro farmaco, anche il trazodone può causare una serie di effetti collaterali. Tuttavia, non sempre gli effetti avversi si manifestano tutti e con la stessa intensità in ogni paziente. Ciò accade a causa della diversa sensibilità che ciascun individuo possiede nei confronti del farmaco. Di seguito sono riportati i principali effetti collaterali indotti dal farmaco.

Disturbi del sistema emolinfopoietico

Il trattamento con trazodone può causare disfunzioni del sistema deputato alla produzione di cellule del sangue (sistema emolinfopoietico), tali disfunzioni possono causare:

  • Anemia (ridotta quantità di emoglobina nel sangue);
  • Leucopenia (ridotto numero di globuli bianchi) con conseguente aumentata suscettibilità alla contrazione di infezioni;
  • Piastrinopenia (ridotto numero di piastrine) che porta alla comparsa di lividi e sanguinamenti anomali con un aumentato rischio di emorragie.

Patologie endocrine

  • La terapia con trazodone può scatenare la sindrome da inappropriata secrezione dell'ormone antidiuretico (SIADH).

Disturbi della nutrizione e del metabolismo

Il trazodone può causare alterazione dei livelli di sodio nel circolo sanguigno, può favorire il calo del peso corporeo e l'insorgenza di anoressia. Può causare altresì un aumento dell'appetito.

Disturbi psichiatrici

Il Trazodone 100mg può causare disturbi psichiatrici, quali:

  • Idee sucidarie e/o comportamenti suicidi;
  • Confusione;
  • Insonnia;
  • Ansia;
  • Disorientamento;
  • Mania;
  • Nervosismo;
  • Agitazione;
  • Delirio;
  • Aggressività;
  • Allucinazioni;
  • Incubi.
  • Patologie del sistema nervoso

Il trattamento con trazodone può causare:

  • Convulsioni;
  • Sindrome neurolettica maligna;
  • Vertigini;
  • Capogiri;
  • Cefalea;
  • Sonnolenza;
  • Irrequietezza;
  • Tremore;
  • Vigilanza ridotta;
  • Disturbi della memoria;
  • Afasia espressiva (incapacità di comprendere il linguaggio scritto e parlato);
  • Parestesia (alterazione della sensibilità degli arti o di altre parti del corpo);
  • Distonia (un particolare tipo di disturbo del movimento).

Patologie cardiache

  • La terapia con trazodone può dare origine a disturbi cardiaci, quali, bradicardia, tachicardia e anomalie nell'elettrocardiogramma.

Patologie vascolari

  • Il trattamento con trazodone può causare ipotensione, ipotensione ortostatica e sincope (perdita di coscienza transitoria causata da un'ipoperfusione cerebrale).

Patologie gastrointestinali

  • In seguito all'assunzione di trazodone possono insorgere nausea, vomito, secchezza delle fauci, diarrea o stipsi, dispepsia, dolore allo stomaco, gastroenteriti, aumento della salivazione e ileo paralitico.

Patologie epatobiliari

  • Il trazodone può causare alterazioni dei livelli ematici di transaminasi, alterazioni della funzionalità epatica e colestasi intraepatica. Inoltre, il farmaco può causare ittero ed epatotossicità.

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

  • Il trattamento con trazodone 100mg può favorire la comparsa di eruzioni cutanee, prurito e iperidrosi.

Altri effetti collaterali

Altri effetti avversi che possono manifestarsi in seguito all'assunzione di Trazodone 100mg sono:

  • Reazioni allergiche in soggetti sensibili;
  • Diminuzione della libido, ma in maniera ridotta rispetto ad altri farmaci antidepressivi;
  • Visione annebbiata;
  • Mioclonia (breve e involontaria contrazione di un muscolo o di un gruppo di muscoli);
  • Alterazioni del senso del gusto;
  • Congestione nasale e dispnea;
  • Dolore toracico;
  • Mialgia e/o artralgia;
  • Dolore dorsale e/o ad arti;
  • Disturbi della minzione;
  • Debolezza;
  • Affaticamento;
  • Febbre;
  • Edema;
  • Sintomi simil-influenzali;
  • Priapismo (erezione dolorosa e prolungata in assenza di eccitazione sessuale).

Interazioni

Il Trazodone 100mg può amplificare gli effetti sedativi indotti da farmaci antipsicotici, ansiolitici, ipnotici, sedativi e antistaminici. Il metabolismo del Trazodone 100mg può essere aumentato da contraccettivi orali, fenitoina (un farmaco antiepilettico) e barbiturici. La cimetidina (un farmaco usato per il trattamento dell'ulcera gastrica), invece, può diminuire il metabolismo del Trazodone 100mg.
Il Trazodone 100mg è principalmente metabolizzato dall'isoenzima epatico CYP3A4, perciò va prestata attenzione alla somministrazione contemporanea di Trazodone 100mg e di farmaci in grado di inibire tale enzima, come, ad esempio:

  • Ketoconazolo e itraconazolo (farmaci antifungini);
  • Eritromicina (un antibiotico);
  • Ritonavir e indinavir (farmaci antivirali);
  • Nefazodone (un altro antidepressivo).

La somministrazione concomitante di Trazodone 100mg e di carbamazepina (un farmaco antiepilettico) riduce la concentrazione plasmatica di Trazodone 100mg.
L'assunzione contemporanea di Trazodone 100mg e di antidepressivi triciclici (TCA) deve essere evitata a causa delle interazioni che potrebbero instaurarsi. Stesso discorso vale per la somministrazione contemporanea di Trazodone 100mg e di IMAO (inibitori delle monoamino ossidasi).

La co-somministrazione di Trazodone 100mg e di farmaci che aumentano il segnale della serotonina - come, ad esempio, gli inibitori selettivi del reuptake di serotonina (SSRI) - può favorire la comparsa della sindrome serotoninergica. Inoltre, la somministrazione contemporanea di Trazodone 100mg e fluoxetina (un SSRI) può causare un peggioramento degli effetti collaterali indotti dal Trazodone 100mg stesso.
L'uso contemporaneo di Trazodone 100mg e di antipsicotici, quali - ad esempio - clorpromazina, flufenazina e perfenazina, può causare ipotensione ortostatica severa (cioè un brusco calo della pressione sanguigna in seguito al passaggio da una posizione seduta o stesa a una posizione eretta).

Il Trazodone 100mg è in grado di potenziare gli effetti sedativi dell'alcool, perciò l'assunzione contemporanea è da evitare.Il Trazodone 100mg può alterare il metabolismo della levodopa (un farmaco usato nel trattamento del morbo di Parkinson). L'uso di Trazodone 100mg insieme a farmaci in grado di prolungare l'intervallo QT può aumentare il rischio di comparsa di aritmie ventricolari.
Il Trazodone 100mg potrebbe inibire l'azione della clonidina (un farmaco impiegato principalmente nel trattamento dell'ipertensione).

L'uso concomitante di Trazodone 100mg e di warfarin (un anticoagulante) può modificare il tempo di protrombina.
Gli effetti collaterali indotti da Trazodone 100mg possono aumentare se questo è somministrato in contemporanea a preparati a base di Erba di San Giovanni (o Iperico, una pianta dotata di proprietà antidepressive). Il Trazodone può causare un aumento dei livelli ematici di digossina (un farmaco utilizzato per aumentare la forza di contrazione cardiaca) e di fenitoina.

Avvertenze

La depressione è correlata a un aumento del rischio di pensieri suicidari, di autolesionismo e di tentativi di suicidio. Il miglioramento di tali sintomi può non avvenire immediatamente dopo l'assunzione del trazodone, perciò, è necessaria un'attenta sorveglianza dei pazienti finché tale miglioramento non si verifica.

    Il Trazodone 100mg non deve essere utilizzato in bambini e adolescenti con meno di 18 anni di età.
    In caso di comparsa di ittero, è necessario interrompere subito il trattamento con trazodone.
    La somministrazione di Trazodone in pazienti affetti da schizofrenia - o con altri disturbi psicotici - può comportare un peggioramento dei sintomi psicotici.
    I pazienti in trattamento con trazodone che entrano in una fase maniacale devono interrompere l'assunzione del farmaco.
    In pazienti che sono in terapia con farmaci antipertensivi - e che assumono Trazodone - potrebbe essere necessaria una riduzione della dose di antipertensivi somministrata.
    L'uso di Trazodone deve essere effettuato con cautela in pazienti affetti da precedenti patologie cardiovascolari, comprese quelle che provocano un aumento dell'intervallo QT (l'intervallo di tempo che il miocardio ventricolare impiega per depolarizzarsi e ripolarizzarsi).

Va usata molta cautela nella somministrazione di trazodone in pazienti affetti da:

  •  Epilessia;
  •  Insufficienza epatica e/o renale, specialmente se gravi;
  •  Cardiopatie;
  •  Ipertiroidismo;
  •  Disturbi della minzione;
  •  Glaucoma ad angolo acuto.

    In caso si soffrisse di una di queste patologie, è necessario informare il medico prima di cominciare la terapia con trazodone.
    Il trazodone può esercitare un'influenza lieve o moderata sulla capacità di guidare veicoli e di utilizzare macchinari, perciò è raccomandata prudenza.

Controindicazioni

L'utilizzo di trazodone è controindicato nei seguenti casi:

  • Ipersensibilità nota al trazodone;
  • In caso di pazienti che hanno sofferto d'infarto acuto del miocardio;
  • In caso d'intossicazione alcolica;
  • In caso d'intossicazione da farmaci ipnotici;
  • In bambini e adolescenti con meno di 18 anni;
  • In gravidanza e durante l'allattamento.

Conservazione

Conservare Trazodone 100mg a temperatura ambiente tra 20-25 gradi C. Tenere lontano da fonti luminose e in un luogo non umido. Non conservare la medicina in bagno. Mantenere il medicinale lontano da bambini e animali.

Recensione del prodotto

Ancora nessuna recensione